Jurassic World – Il regno distrutto - Recensione
Jurassic World – Il regno distrutto - Recensione

Jurassic World – Il regno distrutto rispetta pienamente i canoni d’intrattenimento del suo predecessore, aggiungendo corpo alla trama.

Jurassic World – Il regno distrutto se lo aspettavi dal 1993 non rimarrai deluso. Questo nuovo capitolo della saga di Jurassic Park si inserisce perfettamente nel contesto creato da Jurassic World, affrontando nuove tematiche decisamente più serie, che danno al film un tono più cupo e a tratti malinconico rispetto al suo predecessore. Nonostante questo Jurassic World – Il regno distrutto conservi una vena “divertente”, tipica di tutta la saga: nessuno resterà deluso.

La trama parte dalle buone intenzioni di Clair e Owen (Bryce Dallas Howard e Chris Pratt), contattati da Benjamin Lockwood (James Cromwell), il vecchio socio di Hammond (il creatore del primo Parco) affinché tornino su Isla Nublar per salvare i dinosauri. Il vulcano che sta sull’isola sta per eruttare quindi i nostri, coadiuvati da una squadra attrezzata militarmente, partono per questa bella missione animalista. Ovviamente l’amministratore di Lockwood ha ben altre mire: fregare il suo capo, fregarsi i dinosauri (Blue compresa) e venderli a ricchi, potenti, petrolieri, signori della guerra o come armi o come simpatici animali da cortile. Il resto scopritelo voi.

Acquista su Amazon.it

Ovviamente non sarà sfuggito ai fan più accaniti, che Jurassic World – Il regno distrutto ha una trama simile a “Il mondo perduto – Jurassic Park”, ma ha anche molti altri aspetti davvero cupi, quasi tendenti all’horror lo rendono più vicino al primo film della saga. L’idea alla base della pellicola è buona, ben sviluppata e soprattutto ricca di dinosauri. ritroveremo anche la T-Rex del 1993 (che, ricordiamo, è ancora viva!), una dolce creatura lunga “solo” 12 metri che ha provato del sonno ad un’intera generazione di piccoli fan dei dinosauri.Se fate parte del gruppo di questi bambini cresciuti, sappiate che Jurassic World – Il regno distrutto – vi riserverà delle sorprese niente male.

Jurassic World – Il regno distrutto , siamo di fronte a un sequel che ripercorre alla lettera tutte “le regole del capitolo 2”: stessi eroi, nuovi cattivi, più sangue, più denti, più azione, e soprattutto più dinosauri! Le specie si sono moltiplicate, e come sempre, la resa dei dinosauri è magistrale, sembra quasi di poterli toccare.
Il secondo atto di Jurassic World riprende tutto ciò che c’era di buono nel suo predecessore e aggiunge maturità alla trama (probabilmente grazie al cambio di regia, da Colin Trevorrow a Juan Antonio Bayona). La pellicola merita sicuramente la visione… ma attenti all’effetto Valle Incantata. E ricordate sempre che i bambini puzzano.

RASSEGNA PANORAMICA
Giudizio
Valentina Fioresi
Valentina Fioresi: vorrebbe viaggiare sul Millennium Falcon alla volta della Contea, con un Metalupo da compagnia. Appassionata di film, libri e fumetti, non sogna la Bacchetta di Sambuco perchè le basta una Bodeo 1889.