Mysterium - Recensione
Mysterium – Recensione

Un maniero infestato, 6 medium e una seduta spiritca. Oggi vi raccontiamo Mysterium, il board game perfetto per la vostra notte di Halloween.

Tante leggende ruotano intorno al giorno del Samhain. Per la cultura celtica, il giorno di Halloween era un momento di distruzione e ricostruzione del tempo cosmico. Una fase di transizione tra la prosperità dei raccolti estivi e l’arrivo dei gelidi venti dell’inverno. Un giorno inesistente in cui il velo che divide la terra dei vivi e quella dei morti viene meno.
Per questo, da allora, si pensa che il momento migliore per contattare l’aldilà sia proprio la notte del Samhain, la notte di Halloween.

Mettetevi comodi, godetevi una buona tisana, accendete il lume notturno e ascoltate cosa sto per dirvi. Siete pronti a risolvere un mistero rimasto nell’ombra per 100 anni?

IL PRESENTE
Ducato di Warwick, Scozia
22 settembre, 1922
La nostra storia inizia con una lettera, sotto la luce flebile di uno scrittoio in legno di ciliegio. Chiavi in ferro battuto, ritagli di giornale, vecchie foto e dell’inchiostro fanno da contorno ai pensieri del buon vecchio Conrad MacDowell, nuovo proprietario del misterioso maniero appartenuto alla famiglia Warwick. Un utilizzo nervoso della stilografica ha lasciato qualche macchia di troppo. Come poteva credere che un tragico evento, accaduto circa 30 anni prima, potesse avere a che fare con i recenti avvenimenti del castello alla contea dei Warwick? Forse un bicchiere di troppo. O forse la suggestione… si, doveva essere colpa del whisky.

Conrad è un ricco nobile scozzese del clan MacDowell, all’età di 18 anni ereditò da sua nonna Moira una palla di cristallo. Nonostante un promettente curriculum accademico e la prospettiva di una brillante carriera militare, intraprese la strada della chiaroveggenza. Grazie al suo dono tornò incolume dalla guerra del 1918, e decise di stabilirsi nel maniero ereditato dalla sua famiglia.

Saranno proprio gli eventi misteriosi e soprannaturali percepiti nel castello a guidarlo verso una ricerca più approfondita. I titoli sui vecchi giornali parlavano chiaro:
“Tragedia al maniero del conte Warwick”, “Il Caso Warwick – La polizia dichiara: morte accidentale”. Chi meglio del fidato amico di famiglia Alphonse de Belcour potrebbe aiutarlo a risolvere il caso?

La lettera era proprio indirizzata a lui. Conrad decise di pianificare, la notte di Halloween, una seduta spiritica di 7 ore con 5 tra i più prestigiosi sensitivi al mondo:
Alphonse, esperto di numerologia; Alma Salvador, localizza le anime perdute grazie al suo pendolo; Ardhashir, pratica la divinazione attraverso il suo talismano; Madame Wang, padroneggia la chiaroveggenza con l’I-Ching e la bibliomanzia; Jessalyn Smith, entra in contatto con gli spiriti attraverso la lettura dei tarocchi.

Alphonse è nato nell’aristocrazia francese, in una famiglia con stretti legami con il clan MacDowell. Il fratello di Alphonse combatté e morì sul campo di battaglia, a Verdun, mentre Alphonse studiava per un dottorato in matematica. Fu proprio questa grave perdita a spingerlo a studiare le sorprendenti proprietà segrete dei numeri. Grazie alla numerologia riuscì a decifrare i messaggi nascosti nei principali testi di tutto il mondo.
Dopo aver presentato la sua tesi di dottorato, in bilico tra la follia e la genialità, decide di dare una mano al suo amico più caro.

Le premesse sono sufficienti, ma prima di procedere è il caso di gettare uno sguardo agli eventi accaduti 30 anni fa.

IL PASSATO
Ducato di Warwick, Scozia
13 Dicembre, 1894
La dimora dei Warwick sorgeva in uno dei punti più alti di tutta la Scozia, lontano dal centro cittadino. I padroni di casa erano soliti organizzare ricchi banchetti, e non era raro che oltre ai nomi più illustri si mescolassero ai festeggiamenti persone dei ceti meno abbienti.

Il giorno del compleanno di Margaret, la figlia del conte di Warwick, fu indetta una festa in maschera al castello. Per quel giorno furono inviati più di cento inviti. Alle ore 20 la sala principale era già colma di gente, maschere eleganti, danze e tavole imbandite.

Un’atmosfera tardo ottocentesca tipica di quell’epoca. A coordinare le sale il prezioso aiuto dei servitori, molto vicini alla famiglia tanto da avere rapporti molto intimi con tutto il ducato. Tutto sembrò procedere per il meglio, nonostante il Conte fosse all’oscuro del fatto che quella sera l’avrebbe ricordata per sempre.

Quando il castello fu annebbiato dalla goliardia, dall’ubriachezza e da un amalgama di colori e luci, il grande portone si spalancò trasformando i sorrisi in sguardi di terrore. All’una e trenta del mattino uno dei servitori fu trovato morto in circostanze che, ahimè, resteranno oscure.

La polizia arrivò sulla scena trenta minuti dopo che il cadavere fu scoperto, e procedette interrogando tutti gli ospiti. Sfortunatamente nessun interrogatorio fu utile a spiegare un fitto mistero che sarebbe durato nel tempo. Un mese dopo il crimine, la polizia organizzò un’intensiva ricerca interrogando i testimoni. Nessun appello fu utile per rintracciare la famiglia o le origini del defunto.

Non fu registrata nessuna relazione intima che legasse il servo al resto degli invitati, così le indagini furono un buco nell’acqua. Secondo gli ispettori, la spiegazione più probabile fu quella di uno sfortunato incidente. Anche se le voci circolanti a livello locale alludettero a un omicidio connesso ad un affare di bassa moralità.

Dopo la tragedia, le circostanze della morte del servo sono state oggetto di grandi speculazioni. La polizia definì l’accaduto una morte accidentale e il caso del servitore di Warwick fu ufficialmente archiviato. Dopo 5 mesi il conte e la sua famiglia decisero di lasciare il vecchio maniero. La casa fu immediatamente messa in vendita e trovò un acquirente nel clan dei MacDowell.

IL FUTURO

Stiamo parlando di un board game o di un pezzo horror della letteratura? Beh, forse di entrambi. Durante la vostra notte di Halloween, vorrei invitarvi a provare Mysterium. Un gioco collaborativo per 2-7 giocatori di Oleksandr Nevskiy e Oleg Sidorenko edito da Libellud, vincitore dell’As D’Or (Jeu de l’année) al Festival dei giochi di Cannes nel 2016.

Vestirete i panni di Conrad, Alphonse, Alma, Ardashir, Madame Wang e Jessalyn per risolvere il caso legato al vecchio maniero Warwick. Avrete 7 ore (7 turni) per comunicare con il fantasma del servo del Conte, che si aggira ancora per il castello, attraverso una seduta spiritica. Solo così scoprirete in che modo è stato ucciso e, soprattutto, da chi.

Uno dei giocatori sarà il fantasma e fungerà da game master. Il gioco si svolge in due fasi: durante la prima fase dovrete ricostruire la scena del crimine indovinando quali sospettati erano presenti la notte del 13 dicembre, in quali luoghi si trovavano e con quali potenziali oggetti avrebbero potuto commettere l’atto.
Ogni medium dovrà indovinare un set di 3 carte a sè abbinato (1 sospettato, 1 luogo e 1 arma) aiutato dal fantasma che, tuttavia, non potrà mai parlare. Sarà proprio quest’ultimo, infatti, a preparare il setup del gioco, scegliendo in segreto i set e la soluzione finale.

Il fantasma potrà aiutare i sensitivi attraverso delle carte “visione”. Le visioni saranno l’unico indizio per indovinare il proprio set. Durante la partita i giocatori collaboreranno mettendo in discussione tutte le visioni ricevute, potranno persino scommettere sulle scelte dei compagni e ogni scommessa vinta assegnerà dei punti chiaroveggenza che saranno utili nella fase finale del gioco. Alla fine del primo turno ogni sensitivo proverà ad indovinare la carta sospettato, solo chi avrà indovinato potrà procedere, nei turni successivi, con la carta luogo, e infine con l’arma.

Se tutti i medium riusciranno ad indovinare il proprio set nei 7 turni previsti avrà inizio la fase finale. Con gli ultimi tre indizi forniti dal fantasma, questa volta comuni a tutti i giocatori, sarà votato privatamente il set di carte più vicino agli indizi del fantasma. Se avrete votato correttamente risolverete il caso, svelerete l’assassino e arriverete alla vittoria.

I punti di forza in Mysterium sono certamente l’ambientazione dark e le illustrazioni. Una perfetta ibridazione tra Cluedo e Dixit, in una soluzione davvero efficace e originale. La storia è ulteriormente estesa con le due espansioni: Mysterium-Hidden Signs e Mysterium-Secrets & Lies che aggiungono nuove carte e una nuova modalità di gioco.

Insieme al gioco è scaricabile anche una suggestiva colonna sonora, che troverete facilmente su youtube: Mysterium Soundtrack. Ogni dettaglio contribuisce a restituire un’esperienza di gioco che va al di là delle meccaniche presenti nei classici giochi da tavolo.

Il giorno di Halloween preparatevi a riaprire il mistero dei Warwick, troverete le risposte nell’aldilà.