Arriva il city builder che vi fa colonizzare il pianeta rosso. La recensione di Surviving Mars.

Il genere dei city builder è una tipologia di videogame che non si vede spesso su console. Haemimont Games e Koch Media portano sui nostri schermi Surviving Mars, un gioco dove non solo dovremo costruire e gestire una città, ma lo dovremo fare sul suolo impervio ed ostile di Marte.

Per prima cosa dovremo caricare il nostro razzo spaziale, di tutte quelle risorse necessarie per cominciare a costruire un primo insediamento automatizzato sul pianeta rosso, una volta sondato il punto giusto di atterraggio potremmo dedicarci alla raccolta di tutte quelle materie prime per realizzare le infrastrutture necessarie al sostentamento della vita. Quando sarà tutto pronto, allora potremo finalmente trasportare dal pianeta terra dei coloni e realizzare il sogno della vita su Marte.

Detto così sembra tutto molto semplice, se non fosse che il pianeta è costantemente investito da tempeste di sabbia e meteoriti e che i malfunzionamenti della colonia sono all’ordine del giorno se non dei minuti. Dovremo essere sempre pronti a fronteggiare tutti quei problemi, che se non gestiti nella maniera corretta potranno causare dei veri e propri disastri, come la morte degli abitanti dell’insediamento.

Il gioco presenta un livello di sfida realmente variabile e scalabile nei minimi dettagli, in grado di dare la possibilità di impostare partite rilassanti, dove vi divertirete a costruire della megalopoli Marziane in tutta tranquillità, a veri e propri incubi dove non vi sarà dato un minuto di tregua e la sopravvivenza della colonia sarà sempre a rischio.

Oltre a tutti gli elementi classici di questo tipo di gioco, come le ricerche per aumentare le tipologie di costruzioni disponibili o per diminuire i costi di produzione, sono stati introdotti anche i misteri, vere e proprie quest da scoprire e risolvere in grado di dare ulteriore pepe al contesto. Non manca anche tutta la parte legata alla gestione psicologica dei vostri abitanti. Infatti non basterà soltanto mantenerli in vita, ma dovrete anche occuparvi di tutto quello che riguarda lo stress di vivere in un pianeta non proprio confortevole.

Ci troviamo quindi di fronte ad un gioco veramente profondo, molto originale nella sua tipologia che potenzialmente potrà portarvi via ore e ore di puro divertimento.

Per aiutarvi a comprendere ulteriormente il valore di questa produzione, abbiamo anche realizzato una breve video recensione-tutorial, dove potrete dare un’occhiata nello specifico a molti degli elementi in-game e farvi un’idea più precisa delle meccaniche di base.

 

RASSEGNA PANORAMICA
giudizio
CONDIVIDI
Alessandro Tagliabue
Designer e tecnico di post produzione cine-televisiva, appassionato di cinema, videogame e fumetti da quando ho memoria, ho anche una gran passione per la musica metal e punk hardcore!