World of Final Fantasy - Recensione
World of Final Fantasy - Recensione

Con World of Final Fantasy, Square-Enix e Tose ci catapultano in una bellissima e gigantesca operazione nostalgia.

Le mode, si sa, vanno e vengono. Una delle più in voga al momento è riproporre temi, atmosfere e personaggi del passato per creare nuovi fan, ma soprattutto accontentare quelli storici. Succede nel cinema, nelle serie tv, e non di rado nei videogame. Alla Square-Enix hanno messo in cantiere una situazione del genere con World of Final Fantasy.

Lann e Reynn sono due giovani fratelli che un giorno si svegliano in un mondo etereo e vuoto, salvo per la presenza di una strana donna e di un pucciosissimo animaletto. Ben presto scopriranno di aver perso la memoria, o almeno le sue parti più importanti (tipo “da dove cavolo veniamo?”, “perché abbiamo degli scarabocchi tatuati sulle braccia?”), e che questa donna pare essere una divinità del mondo di Grymoire. Manco a dirlo, ha bisogno del loro aiuto per salvarlo, e già che ci sono per scoprire qualcosa del loro passato. Queste le premesse, accompagnate da una veste grafica a la Kingdom Hearts e un filmato introduttivo misterioso. Finché…

World of Final Fantasy - Recensione
World of Final Fantasy – Recensione

OPERAZIONE NOSTALGIA OVER 9000!
Trasportati a Grymore facciamo le prime scoperte scioccanti. Gli abitanti di questo mondo sono degli omini piccoli e con la testa enorme, chiarissimo riferimento ai vecchi design dei tempi in cui ancora non si badava al realismo grafico. Il sistema di combattimento è il caro, vecchio, amato ATB (active time battle). Già questo basta a migliorare il mood da vecchie ciabatte da RPG, ma non è tutto. Per la prima volta nell’universo Final Fantasy, scopriamo che i personaggi combattenti, oltre i due fratelli, sono degli esseri chiamati Miraggi, che vanno catturati, fatti crescere e possono evolversi… Praticamente hanno messo i Pokemon in World Final Fantasy! Ma non finisce qui, perché tutto il mondo si rivela essere una grande e commovente insieme di personaggi e luoghi di tutti i Final Fantasy finora creati. Mai titolo fu più azzeccato, insomma.

World of Final Fantasy - Recensione
World of Final Fantasy – Recensione

UN MONDO DA SCOPRIRE
Ma questo non è un gioco che si limita allo sfacciato ed efficace fan-service. Il mondo è vasto, anche se ci si muove in maniera lineare (old school again), e lascia la possibilità di svariate piccole missioni secondarie. Anche il numero dei Miraggi da catturare e sviluppare permette agli avidi collectors di passare ore ad allenarli e farli evolvere, cosa che comunque non è strettamente necessaria per avanzare. Le battaglie sono rese varie da un classico sistema di elementi deboli e forti che, assieme alle simpatiche Pile, dà un’impostazione tattica (anche più di quanto realmente lo sia) alle scelte di schieramento. I dungeon si affrontano passando attraverso l’amato e odiato incontro casuale, classico del genere. Insomma, c’è poco da annoiarsi sul fronte gameplay. Anche la storia è godibile e funzionale ad accompagnare e dare un senso alla presenza di tutti questi personaggi (bilanciandosi però con soli due “e mezzo” protagonisti), anche se appare un po’ poco matura e priva di mordente. La grafica, pur essendo quella di un prodotto low budget, fa il suo dovere e nulla di più si chiede.

CONCLUSIONI
Una sola cosa lascia l’amaro in bocca: la sensazione che questo gioco sia vittima di un misunderstanding sul target. Confezionato da cima a fondo come prodotto “under 20”, ma costellato di personaggi, luoghi e meccaniche che gran parte dei giovani gamer probabilmente non conoscono affatto. Per il resto World of Final Fantasy riesce nel suo intento sotto ogni aspetto, senza portare il fan-service al ridicolo e mantenendo comunque una propria dignità. Un ottimo titolo per divertirsi, abbandonarsi ai ricordi e, con le dovute proporzioni, fare un bel riscaldamento in vista dell’imminente Final Fantasy XV.